Flower

Rol

Un grande progetto

La giuria del Concorso Lungometraggi composta da Flavio Armone (Lovers Film Festival, Torino Film Festival e cofondatore della compagnia di distribuzione Lights On), Maddalena Merlino(regista) e Elisa Talentino (artista e illustratrice), assegn il Premio miglior lungometraggio (premio in denaro: 1.000 €) al film UN GRANDE PROGETTO di Giuseppe Longinotti (2017, Italia, 86')

Motivazione: 

Un film orgogliosamente indipendente che ci svela la precarietà e le contraddizioni delle produzioni hard low budget. Una storia che unisce spirito punk e tenerezza, porno proletario e senso di famiglia. Vero, fiero, ci dice che anche al di fuori del circuito main stream si può ambire con passione ad un Grande progetto.

Sinossi: 

Per la giovane performer torinese Marika Ferrero il porno è stato una scelta naturale, un modo per investire il proprio futuro in modo consapevole e proficuo assecondando la sua più grande passione. Ma la strada dei sognatori, si sa, è irta di ostacoli, come testimonia questo sorprendente documentario, un po' road movie un po' racconto picaresco.

 

Menzione speciale: VEM SKA KNULLA PAPPA? di Lasse Långström (2017, Svezia, 65')

La giuria assegna la menzione speciale a Vem ska knulla pappa per il dirompente immaginario sex positive e per la rappresentazione gioiosa e giocosa del sesso. Il film si è contraddistinto per l'estetica queer, teatrale, colorata ed esagerata incarnando appieno lo spirito di Fish and Chips film festival.

La giuria del Concorso Cortometraggi composta da Maicol Casale (regista, video maker e grafico), Lucia Leonardi (counselor e attivista lesbica/trans femminista-queer) e Irene Pittatore (artista e giornalista), assegnano il Premio miglior cortometraggio (premio in denaro: 300 €) a ROLdi Hammudi Al-Rahmoun Font (2016, Spagna, 13')

Motivazione:

Un piccolo film capace di sollevare grandi interrogativi. Quanto può diventare pericoloso dare vita alle proprie fantasie erotiche? E se il gioco sfugge di mano? 

Sinossi: 

Una prostituta al bordo della strada, una Venere in pelliccia che si avvicina ad una macchina: ha inizio il gioco della contrattazione e della seduzione. Perché di gioco si tratta.

 

Menzione speciale: GET THE LIFEdi Ozzy Villazón (2016, Stati Uniti, 12')

Per la capacità di mettere in luce tematiche poco esplorate e di trattarle con complessità, mettendo in relazione identità di genere, sessualità e, soprattutto, genitorialità, questione particolarmente sensibile per un soggetto transgender.

La giuria del Concorso Cortometraggi composta da Maicol Casale (regista, video maker e grafico),Lucia Leonardi (counselor e attivista lesbica/trans femminista-queer) e Irene Pittatore (artista e giornalista), assegnano il Premio miglior cortometraggio XXX (premio in denaro: 300 €) a FLOWER di Matt Lambert (2017, Stati Uniti, 15')

Motivazione: 

Per essere riuscito a mostrare, con una regia matura e originale, forme dell'intimità e della sessualità fra giovani uomini lontane da stereotipi di genere.

Sinossi:

Un gruppo di ragazzi prestanti e pronti a tutto. Le chiacchiere sulle proprie esperienze sessuali. E le canzoni dei Pansy Division a fare da sottofondo. Prodotto da Helix Studios.

 

Menzione speciale: WE ARE THE FUCKING WORLDdi Olympe De G.

Per l’attenzione al tema del consenso e per aver saputo mettere al centro l’esperienza e il punto di vista dei performer. Un sorvolo fluido sulle sessualità etero e omo, con scambio di ruoli e rispetto per le preferenze e i limiti di ciascuno.

Associazione Fish&Chips, via Carlo Porporati 12 - 10152 Torino | CF: 97808450015 - P.IVA: 11558080013 Copyright © 2017.
Webdesign - Elnaz Omidvar