Concorso corti XXX

Aspik ok

ASPIK di Doxytocine, Theo Meow   (2017, Germania, 6')

Dopo il delirante Hanna & the Keta-Boys, torna al Fish&Chips per il secondo anno il 

 regista ed attore berlinese Theo Meow mostrandoci un esperimento della performer genderqueer

Finn Peaks.

 

Indulgence ok

INDULGENCE di Lou Bessemer (2016, Germania, 9')

Una seduta di dominazione in quello che sembra essere uno scantinato, freddo e spoglio.

Un materasso sul pavimento, una modella ubbidiente, uno strap-on e una dominatrice pronta

ad esercitare il suo potere.

 

The rise of the pelvic ok

THE RISE OF THE PELVIC FLOOR di Lo-Fi Cherry (2017, Germania, 17')

Mathilde e Ken hanno una vita sessuale normale. Pure troppo. Per questo motivo un

giorno gli organi sessuali di lei decidono di staccarsi dal suo corpo per far capire ad entrambi

i loro reali desideri.

 

BleedMeTender ok

BLEED ME TENDER di Nico Bertrand, Lo Liddell (2017, Spagna, 21')

Nico Bertrand, già al Fish&Chips 2017, Lo Liddell e Bruna Alonso in una threesome il cui

punto di partenza è il desiderio di incidere la propria pelle: una siringa, alcune lamette e sangue

a fiotti.

 

The toilet line ok

THE TOILET LINE di Goodyn Green (2017, Germania, 12')

In questo corto prodotto da Erika Lust due sconosciute si incontrano in un club berlinese.

Bastano pochi sguardi per capire che da entrambe le parti c'è voglia di azione. E allora il

bagno diviene la loro alcova.

Beautiful 2

BEAUTIFUL di Adrineh Simonian (2017, Austria, 19')

Due corpi che replicano l'uno le fattezze dell'altro: l'aspetto inganna, sfugge alle catalogazioni
del genere, le membra si intrecciano e si compenetrano. La mascolinità diviene androginia e
viceversa.

 

Yo exhibicionista ok

YO EXHIBICIONISTA/I EXHIBITIONIST. DRESS CODE di Jordi Soler (2016, Spagna, 30')

Un guardaroba pieno dei più diversi capi d'abbigliamento: scelte di vestiario che cambiano ed
influenzano le dinamiche e le norme sessuali tra uomini, sfuggendo in modo giocoso agli
stereotipi sull'omosessualità.

 

Breakfast in bed ok

BREAKFAST IN BED di Ty Wardwell, Ethan Folk (2017, Stati Uniti, 2')

Svegliarsi nello stesso letto al mattino. La voglia di rimanere insieme e fare colazione sotto le
lenzuola con pane, burro e marmellata. Ma il desiderio è troppo forte per tenerlo nascosto...

 

Trinity ok

TRINITY di Ms. Naughty (2017, Australia, 3')

“In una relazione, a volte, è necessario dare una leggera scossa alle cose”: lui guarda e lei
inizia i preliminari con un altro lui. Ma guardare non è sufficiente e allora i ruoli si fanno più
sfumati.

 

Furniture porn project ok

FURNITURE PORN PROJECT di Antoine Héraly (2017, Francia, Germania, 11')

Grafiche waporwave, sonorità tra il post punk, il funky e l'elettronica per il primo progetto fetish

in cui i protagonisti sono pezzi di arredamento, che divengono oggetti del desiderio.

 

Pouring Pleasure 3 bo

POURING PLEASURE di Erika Lust (2017, Spagna, 17')
Il nuovo capitolo della serie “XConfessions” della regista svedese Erika Lust: Lina Bembe viene
sorpresa da un acquazzone tropicale, le gocce d'acqua la lambiscono e fanno salire in lei la
voglia di un corpo maschile da possedere.

We are the fucking world ok

WE ARE THE FUCKING WORLD di Olympe de G. (2017, Spagna, 32') 

Mezz'ora di amplessi a 360° per ricordarci che tra le caratteristiche più belle del sesso

c'è la libertà. Di farlo con chi e come si vuole. Cortometraggio prodotto da Erika Lust a favore

di Amnesty International.

 

Flower ok

FLOWER di Matt Lambert (2017, Stati Uniti, 15')

Un gruppo di ragazzi prestanti e pronti a tutto. Le chiacchiere sulle proprie esperienze sessuali.
Gli amplessi in cui si perdono. E le canzoni dei Pansy Division a fare da sottofondo. Prodotto da
Helix Studios.

 

SHE GROPED ME 2 ok

SHE GROPED ME IN THE GROCERIES di Lidia Ravviso (2017, Regno Unito, 17')

Quando la passione scoppia tra gli scaffali di un supermercato: due sconosciuti si incontrano
mentre stanno facendo la spesa e la loro giornata prende una piega inattesa. Prodotto da Erika
Lust.

 

The Best Quickie ok

THE BEST QUICKIE YOU'LL EVER HAVE di Jacquie Ray (2017, Stati Uniti, 5')

La migliore sveltina della tua vita? Può durare solo 5 minuti, con un coefficiente di godimento
inversamente proporzionale alla sua durata. Anzi forse è proprio per questo che risulta così
appagante.

 

Crystal clear ok

CRYSTAL CLEAR di Max Disgrace (2017, Regno Unito, 4')

Una voce narrante che ci svela i pensieri di una delle due partecipanti ad un appuntamento: fin
da subito è chiaro che ciò che vuole è il sesso dell'altra. In ogni modo, posizione e con ogni
risultato.

Concorso corti

Shapeshifter ok

SHAPESHIFTERS di David Bloom (2016, Germania, 21')

Come ci si prepara ad una scena hard? La confidenza col proprio corpo è fondamentale, anche attraverso la danza, come ci spiegano acclamati performer quali Bishop Black e Jiz Lee.

 

Brainstorm ok

REMUE-MÉNINGES di Christophe Clin (2017, Francia, 6’)

Un gioco di sguardi per strada: due sconosciuti si scrutano, ognuno cercando di capire come approcciare l'altro. Ma, come tutti sappiamo, può essere un'impresa impossibile. E i loro pensieri lo testimoniano.

 

RitualWorship ok

RITUAL + WORKSHIP di Morgana Muses (2017, Germania, Australia, 17')

Come nasce l'interesse per il BDSM? Come può divenire una vera e propria professione? La dominatrix inglese Caritia ci invita nel suo studio berlinese e si apre alla videocamera di Morgana Muses, già al Fish&Chips 2017 con Breathtaking.

 

Good Night Everybuds ok

GOOD NIGHT, EVERYBUDS! di Benedikt Hummel (2017, Germania, 5')

Il primo video di una serie animata, realizzata con il supporto della Filmakademie Baden-Württemberg, e dedicata alla scoperta del corpo e dell'erotismo: una coppia, una spiaggia, i sensi.

 

Sherry ok

SHERRY di Eliane Lima (2017, Stati Uniti, 24')

Chi si nasconde dietro Sherry? Di sicuro sappiamo che si tratta di una creazione al maschile: il corpo di un uomo che, ricoperto da abiti femminili e protesi di lattice, è diventato la donna che avrebbe sempre voluto.

 

Get the Life ok

GET THE LIFE di Ozzy Villazón (2016, Stati Uniti, 12')

Alex è un'adolescente transgender che scopre di essere rimasta incinta del suo fidanzato: per lei, che si è lasciata alle spalle il passato per essere ciò che desidera davvero, è il momento di dubbi imprevisti.

Climax ok

CLIMAX di Fulvio Balmer Rebullida (2016, Svizzera, 15')

Larry in un bar conosce Cloe, modi bruschi e bottiglia facile. I due finiscono a casa insieme. Ma al momento dell'intimità Larry scopre che Cloe non esattamente come lui si aspettava: e ora che fare?

 

Trilemma ok

TRILEMMA di Dritëro Mehmetaj (2017, Repubblica Ceca, 15')

Peter ha qualche problema di erezione, così la sua ragazza pensa di invitare a casa una compagna di yoga per una serata a tre per ravvivare il loro rapporto. Peter ne è entusiasta fin da subito, ma poi....

 

Teenage Threesome ok

SCHEIDEWEG di Arkadij Khaet (2017, Germania, 4')

L'adolescente Leon va a casa di Maxi, sua coetanea, che non nasconde il desiderio verso di lui. Ad incombere su di loro, però, il fratellastro di lei, geloso e possessivo. Ma è davvero un problema per Leon?

 

Family Life ok

FAMILJELIV di Anna-Karin Örander (2017, Svezia, 19')

Quale peso hanno le nostre fantasie sessuali nella vita di tutti i giorni? La regista svedese Anna-Karin Örander ce lo racconta mostrandoci il punto di vista di una famiglia qualsiasi.

 

Protokolle ok

PROTOKOLLE di Jan Soldat (2017, Germania, 20')

Anche in questa terza edizione del Fish&Chips non poteva mancare il documentarista tedesco Jan Soldat, qui alle prese con tre uomini e il loro desiderio di essere macellati e mangiati.

El despertar de las hormigas ok

EL DESPERTAR DE LAS HORMIGAS: NIÑEZ di Antonella Sudasassi (2016, Costa Rica, 18')

Luciana, 10 anni, è in vacanza con la famiglia: i giorni trascorsi in piscina diventano più frenetici quando, dentro di sé, inizia a sentire che qualcosa sta cambiando, che nuove curiosità la muovono.

 

My First Porn Film ok

MY FIRST PORNO FILM di Vincent Boy Kars (2016, Paesi Bassi, 28')

Luc e Guus, due ventenni olandesi, decidono di girare il loro primo film porno in qualità di registi e, fin da subito, emergono mille dubbi e questioni di carattere pratico ed estetico. Ce la faranno?

 

Milosc ok

MIŁOŚĆ di Tania Dos Santos (2017, Canada, 3')

L'esperienza amorosa come un atto totalizzante che, partendo dal dato fisico, diviene qualcosa di più, qualcosa che trascende i limiti imposti dal corpo. Una forma di fusione per comporre un unicum inscindibile.

 

Intimity ok

INTIMITY di Elodie Dermange (2017, Svizzera, 5')

Le vie che portano al porno sono infinite e le più disparate: mentre nell'altra stanza la attendono per uno shooting hard, Marina ci racconta quando e perché ha deciso di intraprendere la carriera di performer.

 

ROL ok

ROL di Hammudi Al-Rahmoun Font (2016, Spagna, 13')

Una prostituta al bordo della strada, una Venere in pelliccia che si avvicina ad una macchina con un cliente a bordo: ha così inizio il gioco della contrattazione e della seduzione. Perché di gioco si tratta.

Associazione Fish&Chips, via Carlo Porporati 12 - 10152 Torino | CF: 97808450015 - P.IVA: 11558080013 Copyright © 2017.
Webdesign - Elnaz Omidvar